venerdì 20 ottobre 2017

RECENSIONE "Magic" di V.E. SCHWAB

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla di Magic, il primo volume della serie fantasy Shades of Magic dalla penna originale di V.E. Schwab uscito la settimana scorsa con Newton Compton. Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ovvero un mago che ha la capacità di viaggiare attraverso mondi paralleli e diverse versioni della stessa Londra. Gli Antari hanno il compito di trasmettere i messaggi tra i sovrani di ogni Londra. Ma Kell ha deciso di entrare in un giro illegale: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Il punto di non ritorno arriva quando Kell contrabbanda un oggetto per cui delle persone pericolose potrebbero uccidere per averlo. Kell si rifugia nella Londra Grigia e qui incontra una giovane ladra di nome Lila che prima lo deruba e poi lo salva. Ed è proprio da qui che comincia la loro avventura...

TITOLO: Magic
TITOLO ORIGINALE: A darker Shade of Magic
SERIE: #1 Shades of Magic

AUTORE: V.E. Schwab
DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 Ottobre 2017
EDITORE: Newton Compton
GENERE: fantasy
NARRAZIONE: pov maschile in terza persona
AMBIENTAZIONE: Londra
CATEGORIA: viaggi paralleli
FINALE: si cliffhanger
COPPIA: Kell Maresh, mago che viaggia tra universi paralleli; Delilah Bard, giovane ladra che incrocia la strada di Kell. 





TRAMA

Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, nelle quali accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Grigia, la più noiosa delle versioni di Londra, quella priva di magia. Ma Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale, e infine lo convince a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se vuoi continuare a giocare prima di tutto devi imparare a sopravvivere…

RECENSIONE

Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ovvero un mago che ha la capacità di viaggiare attraverso mondi paralleli e diverse versioni della stessa Londra. Non c'è una sola Londra. Ci sono quattro versioni della capitale londinese, ognuna in diversi piani di esistenza.
Molto tempo prima, infatti, a causa di un incidente magico che stava consumando gli esseri umani, le porte tra i quattro mondi sono state sigilliate e gli unici che possono viaggiare da un mondo all'altro sono proprio i maghi di sangue ovvero gli Antari. Esistono quindi quattro versioni di Londra: la Grigia è priva di magia, la Rossa invece è ricca di magia, la Bianca è governata da due tiranni che desiderano disperatamente il potere e infine la Nera che è stata distrutta dalla magia stessa. La magia è esigente, puoi controllarla o lasciarti distruggere. Gli Antari hanno il compito di trasmettere dei messaggi tra i sovrani di ogni Londra e solo i sovrani conoscono l'esistenza e l'identità di tutti gli Antari. Solo gli Antari e le lettere dovranno attraversare i portali. Ma Kell ha deciso di entrare in un giro illegale: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Il punto di non ritorno arriva quando Kell contrabbanda un oggetto per cui delle persone pericolose potrebbero uccidere per acquisirlo. Così Kell si rifugia nella Londra Grigia e qui incontra una giovane ladra di nome Delilah che non si lascia intimorire dai pericoli pur di compiere avventure. Prima deruba Kell e poi lo salva. Le vite di Kell e Lila si intrecciano accidentalmente poiché entrambi si ritrovano coinvolti in un complotto per risvegliare la magia e distruggere i portali tra i quattro mondi. Ed è proprio da qui che comincia la loro avventura. 
Magic è stata una scoperta. L'autrice ha creato un mondo artefatto, complicato, all'inizio vi sembrerà confuso ma andando avanti con la lettura vi renderete conto che in realtà non lo è affatto. Una nuova serie promettente.
L'idea di quattro diverse Londra e dei portali magici che solo gli Antari posso attraversare è affascinante, intrigante e incredibilmente originale. Kell inizialmente non l'ho apprezzato per la sua malizia ma ciò che poi mi ha colpito è stato il suo cuore. E' protettivo verso le persone a cui tiene ed è disposto a rinunciare a tutto per loro. Lila invece è stata una sorpresa, è testarda e determinata, sa ciò che vuole ed è determinata a seguirlo. Lila non fa parte della categoria delle protagoniste che aspettano di essere salvate da sole. Lei è intelligente e si salva da sola. Possiede anche una sottile vulnerabilità che cela agli occhi degli altri. Come ogni fantasy è presente sempre la distinzione tra il bene e il male, la scelta resta ai protagonisti che dovranno schierarsi da una parte o dall'altra scegliendo la strada giusta. Sono legati anche altri temi come la ricerca del potere assoluto e la prevaricazione, la violenza e la guerra come anche il coraggio, la lealtà e l'onestà dei sentimenti. Mi è piaciuta la chimica tra Kell e Lila. Mentre la storia progredisce ci si accorge che i due protagonisti cominciano a provare sentimenti ed emozioni. Ma l'amore è davvero sottile, prevale la parte fantasy ricca di suspense. Chissà cosa ci riserverà il secondo capitolo di questa appassionante storia. Aspetto di vederlo anche al cinema il prossimo anno!

A presto,

Raffaella


Nessun commento:

Posta un commento