lunedì 16 gennaio 2017

RECENSIONE "Nikolaj" - Men of Honor #1 di KRISTEN KYLE

Ciao readers, oggi Raffaella vi parla di Nikolaj, primo volume della serie Men of Honor ed esordio della neo scrittrice Kristen Kyle. Un romanzo che vi sconvolgerà, vi rapirà e vi travolgerà fino ad arrivare sottopelle. Leggetelo e non ve ne pentirete.


TITOLO: Nikolaj
SERIE: Men of Honor #1
AUTRICE: Kristen Kyle
DATA D’USCITA: 14 Gennaio 2017
EDITORE: self publishing
GENERE: mafia romance
NARRAZIONE: pov femminile e pov maschile in prima persona
CATEGORIA: riscatto, amore/odio
FINALE: no cliffhanger
COPPIA: Nikolaj, mafioso russo annientato dal suo passato; Isabella, figlia del nemico di Nikolaj.



SINOSSI


Le mie origini mi perseguitano.
Le mie mani sono sporche del sangue dei miei nemici.
Ho lottato per essere libero.
Ho combattuto per conquistare il mio posto nel mondo.
L’ambizione e il successo hanno sempre placato il mio desiderio di riscatto.
Ma non i miei incubi.
Ora finalmente sono sul punto di raggiungere tutti i miei obiettivi e dimenticare il passato. Sulla mia strada, però, c’è un ostacolo: Anthony Calabrese.
Il boss della mafia italiana mi ha fatto una proposta che non posso accettare.
La guerra è inevitabile, tuttavia non ho bisogno di un esercito.
Isabella Calabrese sarà la mia arma.
La principessa scoprirà che con i russi non si scherza.
Suo padre dovrà scegliere tra il vivere senza il suo cuore o arrendersi a me.
C’è solo un problema.
Gli occhi di Isabella mi scavano dentro, leggono la mia anima corrotta, si insinuano nella mia mente disturbata.
Riuscirò a piegarla prima che lei distrugga me?

RECENSIONE

Una bomba esplosiva di sensazioni ed emozioni pronte ad esplodere. Questa è Kristen Kyle.
Coraggio
Sofferenza
Tenacia
Passione
Sospiri
Riscatto
Amore
Isabella Calabrese, figlia del mafioso italiano Anthony Calabrese viene rapita da Nikolaj Sokolov, mafioso russo e socio in affari del padre. Quell'uomo tanto temuto quanto affascinante agli occhi esperti di Isabella. E cosi dal tramonto all'alba viene catapultata nel mondo scintillante e senza scrupoli di Atlantic City, una città come le altre eppure piena di insidie e trasgressioni, scommesse e vendette.
Isabella non è  come viene descritta. Non è la principessa indifesa e che necessita essere difesa da qualcuno. No, lei è l'esatto opposto. E' una leonessa piena di coraggio e audacia, che ama se stessa ed è fiera di se stessa.
E' una donna indomabile, pronta a sferrare l'attacco proprio quando il nemico non se lo aspetta.
Ma Nikolaj sicuro di se stesso tenta di spezzarla, di renderla docile e piegata al suo volere. Persuaderla e sottometterla si rivelerà un'ardua impresa.
Questo rapimento anziché mettere Isabella in ginocchio, ribalterà le sorti e lui da carnefice e possessore del potere si ritroverà ad diventare la vittima.
Lei è sempre rimasta affascinata da lui, da quell'uomo tenebroso  ed enigmatico e al tempo stesso seducente ed irresisitibile. Lei lo ha sempre desiderato ma al tempo stesso terribilmente odiato.
Ma lui no. Lui non ha mai provato sentimenti ed emozioni, lui è vuoto, è un uomo senz'anima e senza cuore, distrutto dal suo passato che pensa e rivive continuamente.
Per Isabella vivere questo tormento è difficoltoso, non ha avuto una vita di serenità, è vissuta in una campana di vetro ma al contempo è stata allenata a combattere e a non arrendersi e per la prima volta nella sua vita si trova di fronte ad una situazione complicata dimostrando tanto coraggio.
E' una donna fiera, coraggiosa, fedele alla famiglia Calabrese fino all'ultimo. Non è una codarda, non lo è mai stata e mai lo diventerà ma con Nikolaj sarà disposta a mettere in dubbio ogni cosa.
Entrambi sono dotati da un animo temerario, da un ardore interiore che li sconvolge e li travolge. Una fierezza innata che li avvicina e che successivamente li respinge contro il proprio volere.
Nikolaj non è l'uomo che vuole far apparire. E' un uomo indifeso, confuso, rimasto ancora con quel cuore dolce e indifeso di un bambino del passato. Ha subìto una distruzione interiore che gli ha lacerato l'animo e lo ha reso quasi indistruttibile. Solo Isabella riesce a scalfirla e a farlo sentire protetto tra le sue braccia e il suo corpo. Lei gli dona speranza, voglia di riscatto e di distruzione dei demoni interiori. Lei è il suo veleno ma anche l'antidoto per guarire.
Sarà una lotta fino all'ultimo perdente, i sentimenti di amore e odio si alterneranno creando una trama mozzafiato e la lettura non basterà a darvi tutto quello che l'autrice vorrà trasmettervi. Dovrete osservare la storia da un'altra prospettiva, dovrete sentirlo dentro, dovrete provare a sentire ciò che questo romanzo vuole trasferirvi e rilasciarvi nell'anima.
Uno dei romanzi più originali che abbia mai letto. Erotico, passionale, crudo ma giusto. La vittima che si trasforma in carnefice. Non un carnefice spietato e distruttore ma un carnefice profondo e indolore, che scava nell'anima e guarisce le ferite, le pene vissute e il male commesso.
Kristen Kyle è una bomba ad orologeria, ci fa cadere, rialzare e provare sensazioni forti e incontrastabili.
Mi congratulo con lei per questo esordio favoloso che catturerà molte lettrici. Ed infine non posso far altro che ringraziarla e confessarle di aspettare con ansia il secondo volume...

Raffaella