lunedì 13 giugno 2016

RECENSIONE "Dentro il silenzio" - Banshee #1 di BEIRA RAVEN


TITOLO: Dentro il silenzio
SERIE: Banshee #1
AUTRICE: Beira Raven
DATA DI PUBBLICAZIONE: 8 Settembre 2015
GENERE: urban fantasy
CATEGORIA: esoterismo, mistero
NARRAZIONE: narratore esterno, terza persona
COPPIA: John, Essere misterioso ignaro delle sue vite precedenti; Ailios Lynch, banshee immortale dotata di un potere smisurato.






SINOSSI

Ailios è una giovane donna incapace di emettere il più piccolo sussurro, e che ha imparato a convivere con questa sua maledizione. Tornata a Londra per rivedere Alex, una cara amica, trova un mondo colorato e nuovo, che la spingerà a restare più del dovuto. Incrociando i propri giorni con Allen e John, due fratelli riservati e dai numerosi segreti, Ailios si troverà invischiata in situazioni sempre più inquietanti, che riporteranno alla luce il suo passato e i misteri che credeva di essersi lasciata per sempre dietro le spalle.



RECENSIONE

Cari readers, oggi ho il piacere di presentarvi e recensirvi l'urban fantasy di Beira Raven, nonché suo primo esordio :D .
Leggendo la trama durante la presentazione del romanzo, mi sono incuriosita e ho deciso di fiondarmi in questa nuova storia differente dalle altre che tratta con delicatezza il mito irlandese delle banshee di cui tutti abbiamo sicuramente sentito parlare almeno una volta. La leggenda narra che le banshee sono delle creature mistiche che hanno il compito di proteggere la famiglia irlandese a cui vengono affidate e che piangono emettendo un lamento lugubre quando avvertono l'imminente morte di uno degli appartenenti alla famiglia protetta.



La protagonista del romanzo è esattamente una banshee immortale di nome Ailios, che innamorata del figlio della famiglia che ha il compito di proteggere, accecata dalla gelosia con la privazione della splendida voce che possiede e l'esilio dalla sua madre terra irlandese.
E' molto introversa, non ha un luogo stabile in cui vivere, si sposta continuamente da un posto all'altro. Ha la terribile umanità di affezionarsi alle persone mortali ma al contempo non ha molti amici perché sa che prima o poi dovrà allontanarsi da loro. Lei è un essere immortale e conosce benissimo la natura effimera degli umani.
Ha una personalità incomparabile perché a differenza delle altre banshee è piena di tatuaggi ed ha i capelli di un rosa fluo. 
L'unica vera amica che le è rimasta al fianco e con la quale ha un legame molto forte è Alexandra. Questo vincolo di amicizia la porta a trattenersi a Londra dall'amica con l'intento
di rimanere pochi giorni e poi finalmente trovare un altro posto in cui stare.
Alexandra è l'esatto opposto di Ailios, è una tatuatrice di talento, è estroversa, solare, cerca di coinvolgere l'amica, di farla uscire e conoscere nuova gente. E proprio durante uno di queste uscite che Alex presenta all'amica il suo attuale fidanzato Allen e John, il fratello di lui.
John è un donnaiolo e seduttore che non spreca tempo per portarsi a letto le donne che gli capitano a tiro, è disinvolto, cordiale. Insieme al fratello e ad altri loro colleghi svolge delle attività illegali che però l'autrice cela dietro un velo di mistero rendendo appetibile la storia. Inoltre l'autrice non fa recepire bene il vero lavoro che svolgono, il capo di questa banda, ma fa solo capire che svolgono delle missioni segreti per uccidere gli Esseri. Le informazioni non scandite verranno sicuramente trattate nel seguito.
Fin dal loro primo incontro John e Ailios trasudano attrazione da ogni poro del loro corpo, sentono che tra loro esiste un legame invisibile che li unisce, è come se si conoscessero da
tempo. Ma contemporaneamente cercano di evitarsi perché non sono pronti ad affezionarsi e legarsi ad un'altra persona, non sono pronti ad amare e ad essere amati, non hanno mai provato questo sentimento cosi forte, cosi chiaro, cosi smanioso.


Per via della presunta scomparsa di Allen, si ritroveranno fianco a fianco a combattere contro un nemico comune che cerca vendetta da tempo e che vuole distruggere il loro legame.




E' un romanzo molto gradevole, singolare e coinvolgente accompagnato da continui flashback e ricordi che fanno rivivere il passato di Ailios e nuove esperienze e  persone che entreranno nella sua vita. Questo la condurrà a cambiare il suo stile di vita nomade e a stabilirsi finalmente in un luogo stabile per poter vivere al meglio la sua vita immortale. La storia manca di alcuni dettagli e particolari che non fanno chiarezza su alcune situazioni e avvenimenti e che forse l'autrice non ha volutamente inserito proprio per chiarirle nel secondo libro.
E' una storia che tratta anche la sofferenza e l'amarezza di una banshee che vorrebbe liberare le proprie emozioni esprimendole al meglio; è una donna che possiede un animo gentile e immenso, ha quell'istinto innato pronto per proteggere i suoi amici a qualunque costo. John mi è sembrato un tipo autonomo, a volte egoista, ma al tempo stesso ha il bisogno di cambiare vita per poter amare qualcuno. Allen ha avuto uno spazio molto piccolo a causa del tragico destino che ha subìto. Per quanto riguarda Alexandra mi è sembrata a volte molto fatua e sgradevole per alcuni tratti ma verso la fine si è rivelata molto sensibile.
Attendo con entusiasmo il secondo capitolo della serie che penso darà una svolta decisiva alle vite di ognuno dei protagonisti.

                                          

                                                     stelle_glitter_v_02stelle_glitter_v_02stelle_glitter_v_02   1/2

                                                     51425560-gesti-labbro-della-donna-impostati-bocche-della-ragazza-in-su-con-esprimendo-il-trucco-rossetto-ross  1/2
                                                      casto



Raffaella


INTERVISTA ALL'AUTRICE




1. Come è nata l’idea per questo romanzo?




L’idea è nata quattro anni fa circa. Io e alcune mie amiche avevamo la passione di scrivere delle brevi storie su personaggi inventati. Li facevamo interagire fra di loro. Era molto divertente!


Ailios non era ancora il personaggio che conoscete nel libro, ma è stata un’ottima base da cui partire.


Man mano che il tempo passava mi rendevo conto di quanto il personaggio di Ailios avesse da raccontare. Ho adorato scrivere di lei.



2. Spiegaci come hai creato il carattere di Ailios e John e di Alexandra e Allen e perché.

Impostare il carattere di Ailios è venuto in maniera naturale. Non è umana eppure proprio grazie alla sua natura assomiglia molto a noi: la tristezza, la malinconia fanno parte di ognuno di tutti, in fondo.
Per i personaggi maschili, invece, è stato un po’ più complicato. Non ho voluto raccontare del passato di John e Allen per mia scelta, perché non era ancora arrivato il momento. È proprio questo loro passato – un passato che nel prossimo capitolo verrà svelato – ad aver forgiato i loro caratteri, così diversi eppure così complementari.
Alex è probabilmente la ‘luce’ necessaria in questa storia, grazie al suo carattere così scoppiettante e solare.

3. Quale è stata la parte del romanzo più difficile da scrivere e perché?

Non voglio spoilerare quindi non entrerò nei particolari ma ricordo che trovai molto difficile scrivere una parte in particolare verso la fine del libro. È uno scenario triste ed è stato molto duro sotto il punto di vista emotivo.

4. Spiegaci il perché hai adottato capitoli lunghi per il romanzo e perché.

Non è stato intenzionale. Ho passato notti (sì, perché principalmente scrivo di notte) a non fermarmi. Spesso passavo giorni su un intero capitolo.  

5. Che genere definiresti il tuo romanzo e perché?

‘Dentro il Silenzio’ e la serie di cui fa parte sono di genere Urban Fantasy: gli elementi fantastici si mescolano con gli scenari urbani.

6. Cosa ti ha spinto a scegliere il titolo “Dentro il silenzio” per il tuo romanzo?

Che bella domanda! In effetti ero parecchio confusa riguardo al titolo del libro. Volevo che questo rispecchiasse la protagonista, quindi Ailios. Feci una lista di possibili titoli e in questo L., una persona eccezionale che fa parte della mia vita, mi ha aiutato moltissimo. Il suo aiuto fu fondamentale.
Il titolo poi andò alle mie splendide Beta. Lo approvarono. E io non poteva essere più entusiasta.

7. Hai intenzione di tradurre il romanzo per pubblicarlo in altri Paesi?

Chissà!

8. Qual è il tuo genere preferito?

Urban Fantasy e Romance. Ma ci sono autori – solitamente quelli che leggo e rileggo con piacere - che non scrivono storie per questi due generi. 

9. Quali sono i tuoi autori/autrici preferiti? Hanno influenzato in qualche modo il tuo modo di scrivere?

Adoro Chuck Palahniuk. È uno dei miei autori preferiti ma dubito abbia influenzato in qualche modo il mio stile di scrittura.


10. Chi sono i tuoi più grandi sostenitori?

L. assolutamente. Lui mi ha dato il coraggio di lanciarmi in questa avventura e ancora oggi mi sostiene sempre. E le mie Beta. Sono splendide!

11. A quando il prossimo romanzo?

Sorpresa!

12. Per chi volesse pubblicare come te un romanzo, cosa consiglieresti?

Ci saranno persone che faranno di tutto per sminuire i vostri lavori, i vostri sforzi. Persone vicine a voi. E ci saranno momenti in cui vorrete lasciare perdere tutto.
Ma se questa è la vostra strada, se sentite che questo è il vostro sogno, non dovete arrendervi. Accogliete le critiche costruttive e pensate a quanto queste possano farvi crescere.
Impegnatevi e siate determinati e umili.


Grazie per questa splendida intervista!


Nessun commento:

Posta un commento