sabato 7 maggio 2016

RECENSIONE 'Il mio adorabile nemico' di Elisabetta Modena

512zl84LQJL._SX331_BO1,204,203,200_
TRAMA:
Carol Becker è una bag-designer, una stilista di borse che lavora con successo per una maison milanese. Quando la sua liaison con il proprietario del marchio di moda finisce, costui per togliersela di torno la manda in Norvegia con la scusa di disegnare la nuova collezione invernale di borse; per assicurarsi che lei tenga fede ai patti, le affibbia un assistente-traduttore, che in realtà è una specie di guardiano che è tutto fuorché simpatico e gentile. Carol e Ruben non si sopportano, salvo scoprire che nel momento del bisogno lui sa tirarla fuori dal pericolo… riusciranno i due a rinfoderare le spade, o la loro antipatia li condurrà ad un catastrofico epilogo?
RECENSIONE:
12970300_214249118965321_1145900819_o
Carol si rende conto troppo tardi che aver avuto una storia con il proprio capo, non sia stata un’idea brillante. Trasferita tra le nevi con la scusa di ‘trovare l’idea brillante per la nuova collezione di borse’, si trova alle calcagna un fotografo naturalista datogli proprio dal suo capo.
Ruben è asociale, scortese e per qualche motivo odia Carol. Odio a prima vista, i due continuano a litigare ininterrottamente.
– Piacere – mi disse allungando la mano, senza metterci animo. Io gliela strinsi sorridendogli. Volevo trasmettergli una bella impressione. Mi sedetti accanto a lui. Non sapevo che dire. Emanava diffidenza, come se gli stessi antipatica. Controllai la mia mise, ero impeccabile: non avevo nulla in disordine o che non andasse bene. A cos’era dovuta, allora, tutta quella palese manifestazione d’ostilità? Ruben venne subito al sodo, togliendomi dall’impasse. – Va sempre in giro conciata così? – chiese rude. 
E se si diedero un periodo di tregua per svolgere i loro lavori? Potrebbero trovare un punto d’incontro e magari riniziare da lì?
Carol e Ruben sono più simili di quanto possono immaginare, ma se Carol scoprisse perchè il suo capo (nonchè ex) ha deciso di mandare Ruben con lei, riuscirà a passarci sopra?
Deposi le borse sul letto, mi sedetti e con calma glaciale iniziai a riflettere. Come pezzi di un puzzle mi vennero in mente alcuni particolari a cui da principio non avevo fatto tumblr_lx8qbyPA3P1r2bs1fcaso, ma che adesso s’incastravano alla perfezione tra di loro, regalandomi un quadro orripilante della situazione; l’ordito di un piano diabolico. Ruben si era preso gioco di me fin dall’inizio. Con il suo carattere scontroso e irascibile mi aveva depistato, facendomi credere che gli stessi semplicemente antipatica. Invece no: stava bleffando, il suo scopo era stato sempre di raggirarmi. 
E’ un libro molto corto, adatto per passare un’oretta piacevole, è ben scritto e a tratti divertenti e passionali. Consiglio vivamente questo libro.
VOTO: 4.5/5.
Sabrina

1 commento:

  1. Grazie, arrivo tardi (scusatemi), è una recensione bellissima!

    RispondiElimina